Blog Rischio & Credito

Fine della sospensione dell’obbligo di presentare istanza di fallimento

|

In caso di sovraindebitamento e di insolvenza le imprese in Germania devono adesso nuovamente presentare istanza di fallimento. Carsten Ettmann, Senior Business Consultant di Dun & Bradstreet, spiega perché i Credit Manager e gli acquirenti devono prestare fin da adesso la massima attenzione.

In base ai dati dell’Ufficio statistico federale tedesco, nel 2020 il numero dei fallimenti delle imprese in Germania è sceso a 16.300 nonostante la pandemia di Coronavirus e la conseguente situazione economica alquanto tesa. Lo scorso anno hanno quindi dovuto dichiarare fallimento 2.530 imprese in meno rispetto all’anno precedente.

Il numero dei fallimenti delle imprese si attesta pertanto a livelli storicamente bassi. Il motivo di tale andamento è stata la sospensione dell’obbligo di presentare istanza di fallimento.

Già all’inizio del 2020 il governo federale tedesco aveva deciso per la prima volta che le imprese che si trovavano in una situazione di emergenza economica a causa della pandemia non avevano l’obbligo di dichiarare fallimento. Tale decisione è stata poi prorogata per due volte.

Recentemente è stato però ripristinato il normale obbligo di presentare istanza di fallimento in Germania. Pertanto le imprese che si trovano in una situazione di sovraindebitamento o di insolvenza devono ora nuovamente dichiarare fallimento.

Salirà quindi il numero di fallimenti delle imprese?

Fallimenti delle imprese in Germania fino al 2020© Ufficio federale di statistica (Destatis), 2021© Statistisches Bundesamt (Destatis), 2021

“C’è da temere che il numero dei fallimenti delle imprese aumenti. Per questo motivo è importante ora più che mai che le imprese verifichino con precisione la solvibilità dei propri clienti e la stabilità economica dei propri fornitori”, spiega Carsten Ettmann, Senior Business Consultant di Dun & Bradstreet.

A tal fine i Credit Manager dovrebbero controllare attentamente i propri clienti, i propri acquirenti e i propri fornitori ed avvalersi di Score consolidati come base per le proprie decisioni. Gli Score indicano la probabilità che le imprese possano far fronte ai loro obblighi di pagamento o che debbano dichiarare fallimento. Rappresentano un elemento indispensabile del sistema economico tedesco e rivestono una grande importanza per le attività di concessione dei crediti. Gli Score e i relativi Rating da un lato tutelano le imprese dalle insolvenze, dall’altro permettono un’adeguata concessione di credito a clienti che in base alle sole valutazioni soggettive primarie altrimenti non lo riceverebbero.

Un indice che guarda avanti

La significatività degli Score viene integrata positivamente dall’Overall Business Impact. Grazie all’Overall Business Impact di Dun & Bradstreet è possibile misurare le conseguenze del Coronavirus per le imprese. Questo indice viene aggiornato settimanalmente tenendo in considerazione le più recenti tendenze quali il numero dei nuovi casi di Coronavirus o gli stimoli economici statali.

“Grazie all’Overall Business Impact i Credit Manager e gli acquirenti riconoscono, sulla base di indicatori selezionati, quali partner commerciali siano vicini al fallimento. In questo modo possono agire tempestivamente, ad esempio acquisendo nuovi clienti o cercando fornitori alternativi prima che i fatturati crollino o che le linee di produzione si blocchino perché un cliente o un fornitore deve dichiarare fallimento”, afferma Ettmann.

Così si calcola l’Overall Business Impact!

L’Overall Business Impact si compone di due elementi principali: il Company Impact Index e il Network Impact. 

Il Company Impact Index si basa sul rischio intrinseco delle imprese misurato attraverso lo Score ed il Paydex®. Inoltre il Company Impact Index valuta anche il rischio delle imprese legato al Coronavirus in base al settore e alla sede. Da questo punto di vista l’insidia sta nei dettagli. Il settore delle farmacie fondamentalmente fa parte di coloro che hanno beneficiato della situazione legata al Coronavirus. Se però una farmacia si trova ad esempio nelle vicinanze di un aeroporto, tendenzialmente avrà meno clienti a causa delle limitazioni sui viaggi. Nell’Overall Business Impact tali informazioni confluiscono nella valutazione economica. 

Il Network Index tiene in considerazione anche l’influenza delle condizioni globali relative agli acquirenti e ai fornitori mediante l’utilizzo di dati commerciali e di dati di transito a livello mondiale. In questo modo è possibile ad esempio riprodurre concretamente in un indice la dipendenza dall’Estremo Oriente ed i rischi conseguenti.